Villa Valguarnera

3 minuti per la lettura

villa-valguarnera

Villa Valguarnera è una tra le più imponenti e più belle ville di Bagheria.

Venne costruita a partire dal 1781  e fu ultimata nel 1789 sui disegni dell’architetto Sucameli, per volontà della principessa Maria Anna di Gravina, principessa di Cattolica, nel 1712, le cui iniziali sono ancora oggi visibili sui cancelli della villa.

Essa è localizzata alle falde della Montagnola, una piccola collina alta circa 165 m., da cui è possibile ammirare il panorama dei golfi di Palermo e di Termini Imerese, tagliati da Capo Zafferano frontalmente alla Solunto antica.

Percorrendo un ampio viale sovrastato al centro da una vasta terrazza che poggia su arcate, si accede alla corte del palazzo.

Due ampie terrazze poste ai due lati dell’imponente edificio rendono l’ingresso solenne e austero, al di  sotto di esse vi erano cassette per il  numeroso seguito dei signori del ’700.

La villa presenta diverse muse sparse, di cui quattro sono poste sullo scalone.

All’interno del piano nobile vi è un grande salone ovale decorato con affreschi e dipinti di illustri antenati della famiglia Valguarnera.

In un medaglione in marmo è raffigurato don Emanuele, principe di Valguarnera, generale delle truppe piemontesi, con parrucca alla francese.

Verso la fine del 1700, fu dimora di Maria Carolina d’Austria, regina di Napoli e Sicilia, moglie di Ferdinando III di Borbone.

Il palazzo, non potè essere visitato dal Goethe, nella sua gita a Bagheria.

}